Conferenza Patrimonio Boschivo

0 commenti
Natura Giuridica interviene alla conferenza  "Il PATRIMONIO BOSCHIVO E LE OPPORTUNITA' DI VALORIZZAZIONE".
Sabato 27 Febbraio 2010 alle 9.30, presso la Chiesa di San Francesco a Cortemilia (Cuneo), verrà presentato lo studio redatto dall'IPLA sul patrimonio boschivo. L'IPLA è l'Istituto per le piante da legno e l'ambiente istituito a Torino proprio 31 anni fa.

Relatori saranno: Paolo Camerano e Federico Mensio dell'IPLA, Marco Benzo funzionario della Coldiretti di Cuneo - che interverrà sulla figura dell'imprenditore agricolo nell'ambito della gestione forestale - e Andrea Quaranta in qualità di consulente ambientale di Borghi Autentici d'Italia, associazione cui i Comuni di Cortemilia, Bergolo e Levice sono iscritto.

L'intervento di Andrea Quaranta, fondatore di Natura Giuridica, verterà sulla multifunzionalità delle foreste fra confusione legislativa e progetti sostenibili.

Seguirà l'ntervento di Stefano Lucchini presidente di Borghi Autentici d'Italia, che verterà sul bosco come opportunità e risorsa per la Comunità. Concluderà la conferenza Lido Riba, presidente di IPLA e UNCEM (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani) Piemonte.

L'evento è patrocinato da :
Comune di Bergolo - Comune di Cortemilia - Comune di Levice - Comune di Torre Bormida - IPLA.


Polveri sottili: fumo o…

0 commenti
Di recente sono stato contattato da un gruppo di cittadini che risiedono nei pressi di un’impresa che, nello svolgimento della propria attività di… "consulenza per la gestione del calore"(proprio così!) provoca, fra l’altro, anche un forte disagio a coloro che abitano nelle immediate vicinanze, causato dalle polveri sottili “gettate” nell’atmosfera.

Quello relativo al getto di cose pericolose (art. 674 del c.p.) è un argomento storico del diritto ambientale, che ha dato vita a un acceso dibattito giurisprudenziale e dottrinale, cui ho già fatto cenno nelle pagine di Natura Giuridica, sia in relazione all’inquinamento elettromagnetico, sia in relazione all’inquinamento atmosferico.

Il getto di cose pericolose, come accennato, è regolato dall’art. 674 del codice penale, in base al quale "chiunque getta o versa in luogo di pubblico transito o in un luogo privato ma di comune o di altrui uso, cose atte a offendere o imbrattare o molestare persone, ovvero, nei casi non consentiti dalla legge, provoca emissioni di gas, di vapori o di fumo atti a cagionare tali effetti”.


Read more

Cambiamenti Climatici

0 commenti
Siamo oggi in grado, a 10 anni dall'inizio del nuovo millennio, di parlare di cambiamenti climatici con una certa sicurezza e scientificità, senza la paura di esser contestati da qualche climatologo negazionista? Possiamo affermare con un ragionevole grado di certezza che il cambiamento climatico che si sta verificando è causato anche dalle attività umane?
Ho già in parte affrontato questo tema nel post Piccola lezione sul clima e lo riprendo oggi parlandovi di un articolo di Guido Romeo pubblicato a febbraio su Nova del Sole24ore. L'articolo riferisce che ormai, anche sulla base del IV Rapporto dell' IPPC - Intergovernmental Panel on Climate Change pubblicato nel 2007 (il prossimo è previsto per il 2013), vi sono almeno cinque fenomeni scientificamente assodati "sui quali tutti sono d'accordo, negazionisti e scettici compresi".


Read more

Energia eolica e servitù speciali

0 commenti
L’Autorità amministrativa può costituire servitù speciali, cioè di contenuto non previsto specificamente nell’ordinamento, ma indicato nel provvedimento amministrativo che costituisce la servitù al di fuori delle fattispecie tipiche previste dal codice civile o da leggi speciali?


Questo è l’interrogativo di fondo della sentenza che vi propongo oggi (Consiglio si Stato, n. 3723/09, energia eolica e servitù di passaggio).


Read more

Tutela ambiente-paesaggio

0 commenti
La valutazione d’incidenza sull’ambiente e sul paesaggio può essere limitata sull’area sulla quale ricade l’intervento, oppure deve essere necessariamente riferita al globale contesto ambientale?


Il TAR di Bari (sentenza n. 1274/09, liberamente scaricabile per i registrati sul sito di Natura Giuridica) si è cimentato nella risoluzione di questo quesito, nato da un ricorso volto a chiedere l’annullamento di un decreto emesso dal Soprintendente per i Beni Architettonici e per il Paesaggio delle Province di Bari e Foggia, concernente la realizzazione e le urbanizzazioni primarie all’interno di un’area di lottizzazione.

I ricorrenti, in estrema sintesi, contestavano:


Read more

Le perfezioni provvisorie

0 commenti
...“quelle parole rimasero nell’aria, dissolvendosi lentamente in una polvere leggera” 
(da: "Le perfezioni provvisorie", di Gianrico Carofiglio)

Non mi sono mai cimentato in una recensione.
Per iscritto, dico.
Le parole che riguardano i libri, e la musica, ho sempre preferito farle scivolare nei miei discorsi, non importa quali, se tristi, allegri, seri, faceti, amichevoli, audaci: nella vita di tutti i giorni, insomma, perché parole e note sono la vita di tutti i giorni.
Le parole e le note si sedimentano, leggere, dopo essersi dissolte, e anche se inconsciamente, lasciano un piccolo, impercettibile, segno, come le traettorie delle mongolfiere.
Impercettibile, ma spesso determinante.


In ogni caso, quando sento parlare di recensione mi viene in mente Bertoncelli, quello che in compagnia di un qualche musico fallito, un pio, un teorete, un prete, è sempre lì, a sparare cazzate, come direbbe Guccini.

Com’è, allora, che non riesco a contenere questa irrefrenabile voglia di cercare di condividere – mettendola nero su bianco – quello che ho provato nel leggere “Le perfezioni provvisorie”, di Gianrico Carofiglio?


Read more

Deposito incontrollato o temporaneo?

0 commenti
Su Natura Giuridica abbiamo spesso parlato di deposito temporaneo, che rappresenta una delle novità più importanti della normativa sui rifiuti, perché consente alle piccole imprese – caratterizzate da una modesta produzione di rifiuti – di evitare di dover ricorrere allo smaltimento continuo dei propri scarti, con oneri economici sproporzionati rispetto al ciclo produttivo.

Si tratta, tuttavia, di un concetto complesso, che ha dato adito a diverse interpretazioni, e che è stato oggetto addirittura di manipolazioni genetiche da parte del nostro legislatore, che nella prima versione del Testo Unico Ambientale lo ha addirittura annoverato fra le operazioni di gestione dei rifiuti….sancendo che il deposito temporaneo – che non rientra nell’ambito della gestione dei rifiuti – irregolare è un’operazione di recupero di rifiuti…………..


La sentenza che vi segnalo oggi, pubblicata sul sito di Natura Giuridica, che potete liberamente scaricare dopo esservi registrati, ha per oggetto delle autovetture destinate alla demolizione “temporaneamente depositate in attesa di smaltimento”: tali vetture, secondo il ricorrente, non erano accatastate alla rinfusa, ma correttamente stoccate ed ordinate nel luogo di produzione dei rifiuti…bla bla bla...


Read more