mercoledì, agosto 04, 2010

Aiuti ai Piccoli Comuni con il bando AmbientEnergia.

Nei giorni scorsi, è stato presentato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo il bando AmbienteEnergia che si pone nella direzione di unire economia ed ecologia in un circolo virtuoso.

In particolare, il bando si rivolge a quegli Enti Pubblici, come per esempio i piccoli Comuni, che da soli non riuscirebbero a investire nelle nuove tecnologie in settori strategici come l'illuminazione pubblica - importante centro di costo per le Amministrazioni Locali - e la realizzazione di impianti fotovoltaici.

La posta in palio è costituita da mezzo milione di euro ed i beneficiari sono i piccoli comuni della Granda fino a 500 abitanti. Le realtà potenzialmente interessate sono circa 100. I progetti potranno essere presentati entro il 29 ottobre 2010.
La Fondazione CrC ha individuato 2 linee di intervento: uno per l'adeguamento delle linee di illuminazione pubblica, in modo da migliorare l'efficienza e ridurrre i consumi, mentre il secondo ambito è quello degli impianti fotovoltaici fino a un kilowatt a servizio di strutture ed edifici pubblici e comunali. 
L'idea di fondo è quella di unire progetti per il risparmio energetico a piani di ammortamento efficaci con l'obiettivo finale di una migliore disponibilità di risorse per le casse degli enti locali.
Ma come funzionerà?
A fine anno, verrà stilata una graduatoria dei progetti presentati. Saranno valutati gli aspetti tecnici ed economici, ma anche le valenze sociali (capacità dei progetti di integrare in modo virtuoso vantaggio economico, innovazione e tutela ambientale). L'iniziativa della Cassa di Risparmio si pone l'obiettivo ambizioso di sensibilizzare Cittadini e Amministratori di aree scarsamente popolate e potenzialmente marginali sul fatto che da un utilizzo intelligente delle nuove tecnologie (impianti da fonti rinnovabili come sole, vento, biomasse, acqua) possono derivare vantaggi per tutti.
I progetti approvati verranno finanziati e messi a regime entro il 2011. Per l'illuminazione pubblica il contributo della Fondazione potrà essere al massimo di 15.000 euro, fino al 50% dei costi ammissibili; viene dato un maggiore spazio al fotovoltaico, con erogazioni fino a 40.000 euro per arrivare a coprire fino all'80% dei costi.   


Fonte: La Guida del 30/07/10 "Un aiuto concreto ai piccoli Comuni" di F.B.

0 commenti: