Programma Ambiente e Clima UE Life 2021-27: nuove prospettive per il nostro futuro

0 commenti
Tutela dell’ambiente, mitigazione dei cambiamenti climatici e passaggio all’energia pulita - migliorando l’efficienza energetica e aumentando la quota di energie rinnovabili nel mix energetico - su tutto questo si concentrerà il prossimo programma europeo Life 2021-2027 per l’ambiente e l’azione per il clima, nell’ambito del bilancio a lungo termine della Ue per il 2021-2027. Parlamento europeo e Consiglio hanno raggiunto un accordo provvisorio (serve ora l’approvazione formale) che piace alla Commissione europea.

Cos'è Life?

Life è uno dei programmi di finanziamento dell’UE per i quali la Commissione ha proposto il maggiore aumento proporzionale per il periodo 2021-2027. La Commissione ha inoltre proposto che almeno il 25 % della spesa UE di tutti i programmi dell’Unione sia destinato al conseguimento degli obiettivi climatici. Life è un programma cardine dell’attività europea di finanziamento a favore dell’ambiente e del clima e finora ha finanziato oltre 4600 progetti in UE e nei paesi terzi, mobilitato quasi 10 miliardi di euro, elargito oltre 4,3 miliardi di euro.

L’attuale programma Life si concluderà nel 2020. 

A questo proposito, segnaliamo che sul nuovo sito del programma Life (il vecchio portale è stato archiviato a dicembre 2018) per il 30 aprile prossimo è prevista una giornata di informazione e networking sul bando LIFE 2019 per le proposte di progetto con l'opportunità di incontrare il team che si occupa della gestione operativa del programma Life. Si può partecipare previa registrazione.
Inoltre, il 16 maggio 2019 si svolgerà il premio LIFE in cui verranno presentati i tre vincitori nei settori della protezione della natura, dell'ambiente e dell'azione per il clima e sarà possibile incontrare i 15 progetti LIFE più innovativi, ispirati ed efficaci conclusi lo scorso anno.
Due buone occasioni per orientarsi e informarsi, rivolte a chi è alla ricerca di nuove opportunità di finanziamento per l'ambiente e l'azione per il clima. 

Ce lo chiedono i giovani.

Sostiene Karmenu Vella, Commissario per l’Ambiente, gli affari marittimi e la pesca: “Ogni giorno vediamo centinaia di migliaia di giovani europei marciare per il futuro del nostro pianeta e chiederci di fare di più. Con maggiori fondi possiamo rispondere meglio a queste preoccupazioni, accelerare la transizione verso l’economia circolare e ridurre la nostra impronta sulla natura e la biodiversità.”
Sono previsti, dice Bruxelles, “fondi per conseguire gli obiettivi strategici fondamentali in linea con la visione strategica a lungo termine dell’UE per un’economia prospera, moderna, competitiva e a impatto climatico zero entro il 2050. Gli interventi sosterranno la transizione completa a un’economia circolare, la preservazione e il miglioramento della qualità dell’aria e dell’acqua nell’UE, l’attuazione del quadro 2030 dell’UE per il clima e l’energia e l’assolvimento degli impegni assunti con l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici”.