lunedì, giugno 13, 2011

Legittimazione ad agire in giudizio per associazioni non riconosciute?

La settimana scorsa, nel parlare della legittimazione ad agire in giudizio per le articolazioni regionali delle associazioni nazionali, abbiamo visto che “la legittimazione ad intervenire nei giudizi per danno ambientale e ricorrere in sede di giurisdizione amministrativa per l’annullamento di atti illegittimi spetta alla sola associazione ambientalistica nazionale e non alle sue strutture territoriali, le quali non possono ritenersi munite di autonoma legittimazione neppure per l'impugnazione di un provvedimento ad efficacia territorialmente limitata.

Oggi facciamo un breve accenno alle associazioni non riconosciute, in relazione alle quali, nella recente sentenza n. 2995 del 2010, il TAR di Milano (sentenza scaricabile previa gratuita registrazione sul sito di Natura Giuridica) ha messo in evidenza che, ai fini della loro legittimazione ad agire in giudizio, nella cause relative a fenomeni di danno ambientale, non basta dire che l’associazione stessa, fra gli scopi statutari, annovera anche la tutela dell’ambiente, ed operi nella Provincia in cui è posta l’area su cui incide il provvedimento amministrativo contestato o sia addirittura stata costituita “appositamente per la tutela dell’area” medesima.

Sono invece necessari elementi qualificanti, in concreto, la differenziazione della posizione del soggetto ricorrente: il collegamento stabile con il territorio interessato (vale a dire consolidatosi obiettivamente in un periodo di tempo significativo, e non dall’altro ieri) e un’azione associativa dotata di adeguata consistenza e rappresentatività degli interessi che si intendono tutelare, anche con riferimento al numero ed alla qualità degli associati.
In questo modo risulta evidente la riferibilità ad un interesse specificamente delineato.

Cioè proprio quanto accaduto nella fattispecie, in cui il Giudice ha evidenziato che l’associazione non riconosciuta in questione, pur non essendo iscritta nell’elenco di cui all’art. 13 della legge 349/86, persegue statutariamente le finalità di tutela ambientale, con particolare riferimento all’ambito urbano milanese.
Attività svolta e la rappresentatività dimostrate, oltre che dalla proposizione di svariati contenziosi in materia ambientale a partire dal 2006, anche dalle numerose iniziative riprese dalla stampa, non solo locale, finalizzate alla sensibilizzazione in campo ambientale e alla tutela della vivibilità in ambito urbano.

***

Natura Giuridica di Andrea Quaranta: Impresa di Consulenza Ambientale.

Contatta Andrea Quaranta tramite mail o telefono per richiedere il tuo parere di diritto ambientale o dell’energia.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o inserisci la tua mail nel box  che trovi qui sotto, e conferma l’avvenuta iscrizione, rispondendo alla mail che riceverai sulla tua casella di posta: riceverai gratuitamente tutti gli aggiornamenti di Natura Giuridica direttamente nella tua casella di posta elettronica


Aggiornamento costante sul diritto ambientale

Inserisci la tua e-mail:


Delivered by FeedBurner

0 commenti: