lunedì, luglio 07, 2014

Le novità in materia di tariffe elettriche ed energie rinnovabili contenute nel "decreto competitività"

Sulla G.U. del 24 giugno 2014 è stato pubblicato il “decreto competitività”: fra le numerose disposizioni urgenti anche quelle volte a regolare le nuove tariffe incentivanti dell’energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici e a semplificare la regolazione amministrativa a favore di interventi di efficienza energetica e impianti a fonti rinnovabili.
Le tariffe incentivanti dell’elettricità prodotta da impianti fotovoltaici 

Dal secondo semestre 2014 
Il GSE: 
  • erogherà le tariffe incentivanti con rate mensili costanti, in misura pari al 90% della producibilità media annua stimata di ciascun impianto, nell’anno solare di produzione; 
  • effettuerà il conguaglio, in relazione alla produzione effettiva, entro il 30 giugno dell’anno successivo. 
Le modalità operative saranno definite dal GSE entro l’8 luglio 2014: il MiSE dovrà successivamente approvarle. 

Le tariffe incentivanti dell’elettricità prodotta da impianti fotovoltaici 

Sono due le nuove disposizioni che intervengono a rimodulare la tariffe incentivanti previste per il fotovoltaico: 
  1. dal 01.01.2015 la rimodulazione della tariffa incentivante per l’energia prodotta da impianti di potenza nominale > 200kW avverrà secondo la percentuale di riduzione indicata in tabella. La tariffa verrà erogata per un periodo di 24, decorrente dalla data di entrata in esercizio degli impianti; 
  2. per le tariffe omnicomprensive, le riduzioni indicate nella tabella si applicano esclusivamente alla componente incentivante. 
Il beneficiario della tariffa incentivante potrà accedere a finanziamenti bancari per un importo massimo così calcolato: incentivo già spettante al 31.12.2014 – incentivo rimodulato 

Il ruolo delle Regioni 

Le Regioni e gli enti locali, ciascuno per la parte di competenza, dovranno adeguare alla durata dell’incentivo rimodulata, la validità temporale dei permessi rilasciati, comunque denominati, per la costruzione e l’esercizio degli impianti fotovoltaici ricadenti nel nuovo campo di applicazione. 

La semplificazione amministrativa e di regolazione a favore di interventi di efficienza energetica e impianti a fonti rinnovabili 

Le semplificazioni introdotte come modifiche al “decreto Romani” riguardano: 
  1. le procedure autorizzatorie per la realizzazione di interventi di efficienza energetica e piccoli impianti a fonti rinnovabili e 
  2. i regimi di autorizzazione per la produzione di biometano.
[...]

Il testo dell'intero articolo è pubblicato sul sito di IPSOA.

0 commenti: