martedì, novembre 29, 2011

WWF: 12 specie simbolo, tante adozioni per salvarle

adozioniSai quali sono le 12 specie simbolo del nostro pianeta, quelle per le quali il WWF lotta ogni giorno per scongiurare il rischio estinzione e salvaguardare il loro habitat naturale? Se stai pensando all’orso polare o al panda, sei sulla buona strada.  Forza, pensane un’altra!
Hai pensato alla foca, allo scimpanzé, agli uomini in grado di stirare davvero una camicia o alle donne che conoscono per davvero la ricetta della bagna caoda? Sei già avanti, ma la strada è ancora lunga: devi arrivare a 12 e senza includere il genere umano!
Ti do una mano io: oltre all’orso polare, al panda, allo scimpanzé e alla foca, ci sono i pinguini, le tigri, i ghepardi, i panda, gli elefanti, i delfini, gli orsi bruni, i lupi e gli oranghi. Queste specie rischiano ogni anno di scomparire per sempre a causa dei cambiamenti climatici, del bracconaggio e della scomparsa dei loro habitat naturali.
Certo che, però, le conservazioni senza fondi sono un po’ solo conversazioni! E allora? Questo Natale il WWF ti da la possibilità di partecipare alla salvaguardia di alcune specie in maniera tangibile, simpatica e sostenibile: basta aderire alla campagna adozioni wwf, un progetto che permette di adottare a distanza, o regalare un’adozione di, una o più fra le specie a rischio estinzione.
Scegliere di aderire significa proteggere una delle 12 specie simbolo, ma anche le specie che con essa condividono l’ habitat: se proteggo l’orso polare, ad esempio, proteggerò anche volpi artiche, trichechi, balene e via dicendo. Aiutando gli scimpanzé ne beneficeranno anche i gorilla, e questa moltiplicazione virtuosa è il risultato di tale progetto.
Ogni adozione viene premiata con bellissimi doni che rendono ancora più tangibile il proprio gesto. Per esempio, con l’Adozione Semplice (donazione a partire da 30€), ricevi una lettera di Fulco Pratesi, una scheda sulle caratteristiche ed i rischi corsi dalla specie, un certificato, un grande planisfero con evidenziate le aree di azione del WWF e un adesivo da apporre sull’area tutelata.
L’Adozione con Peluche (donazione a partire da 50€) include, oltre ai materiali dell’adozione semplice, un peluche WWF privo di PVC (dunque adatto anche ai bambini molto piccoli) e di componenti potenzialmente tossici, che possono venire rilasciati sia in fase di produzione sia di gioco.
L’Adozione Trio (donazione a partire da 125€) è dedicata ai quattro grandi habitat condivisi dalle specie: trio polare (orso polare, foca, pinguino), trio asiatico (tigre, orango e panda), trio africano (ghepardo, elefante e scimpanzé), trio italiano (orso bruno, lupo e delfino). Per ciascun trio si ricevono i tre peluche ed i rispettivi kit, ciascuno con il planisfero, e i certificati possono essere personalizzati con nomi diversi.
Le adozioni durano un anno. Alla scadenza, si viene contattati per decidere se rinnovarla per l’anno successivo oppure no. Le possibilità di scelta sono molto ampie: si può scegliere di adottare per un periodo più lungo di 1 anno, e c’è anche l’adozione digitale o “I WWF you”, con il panda WWF circondato da un cuoricino, che permette di ricevere uno screensaver, uno sfondo per il desktop e una firma digitale direttamente via mail. WWF ha pensato proprio a tutto, incluso un efficiente servizio di spedizione che consente di aderire alle adozioni wwf anche all’ultimo minuto.
Si tratta di un progetto che mette insieme una gesto che dobbiamo fare ogni anno, i regali di Natale, con uno scopo importante e concreto: lasciare ai nostri figli un mondo con le stesse specie animali e vegetali che oggi lo popolano, attraverso il sostegno concreto al lavoro delle centinaia di ricercatori ed esperti che ogni giorno operano sul territorio, per proteggere le specie in pericolo, equipaggiano pattuglie antibracconaggio o finanziano una giornata di gestione e riabilitazione di un animale sottratto al commercio illegale da reintrodurre in natura.
Che animale scelgo io? Da abruzzese quale sono, l’orso bruno, of course. E tu, che specie adotti?


Articolo sponsorizzato
Viral video by ebuzzing

0 commenti: