lunedì, marzo 10, 2014

Finanziamenti alle imprese: 28 milioni di euro per finanziare la formazione ambiente e sicurezza


Con l’avviso 1/2014 Fondimpresa mette a disposizione 28 milioni di euro per formare i lavoratori delle aziende aderenti su salute e sicurezza sul lavoro e sulle tematiche ambientali: l’obiettivo è quello di incrementare la prevenzione di infortuni e malattie professionali, accrescere l’efficienza energetica, ridurre l’impatto delle attività produttive sull’ambiente e aumentare la competitività. 
Ecco come presentare le proposte formative, a partire dal 15 aprile 2014. 

Il Piano formativo, promosso sulla base di accordi fra le parti sociali, deve in ogni caso assicurare logiche unitarie nella strategia e nella gestione delle azioni e può riguardare soltanto uno degli ambiti sintetizzati in tabella. 
Ambiti, aree di riferimento e priorità 
Salute e sicurezza
Gli interventi formativi sono finalizzati: 
  • all’incremento della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro, in una logica di sistema;
  • al miglioramento dei livelli di prevenzione e protezione contro gli infortuni e le malattie professionali 
Sono previste, inoltre, azioni formative inerenti ad aspetti di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, direttamente connessi al Sistema di Gestione Ambientale e lo sviluppo delle competenze in materia di sicurezza e di tutela della salute nell’ambito di interventi per l’introduzione di sistemi di gestione della sicurezza o di sistemi di gestione integrata qualità, ambiente, sicurezza 

Per quanto riguarda l'ambiente, le tipologie e le aree tematiche sono quelle inerenti la gestione e la certificazione ambientale di sistema e di prodotto; i bilanci ambientali e il miglioramento continuo delle prestazioni ambientali; l'efficienza e il risparmio energetico, l'uso di fonti integrative e rinnovabili, la certificazione energetica; gli aspetti tecnici e normativi della gestione ambientale e del rapporto tra aziende, territorio, produttori e consumatori, con particolare riferimento a igiene, gestione dei rifiuti, reflui ed emissioni, gestione delle risorse idriche e delle sostanze chimiche, tecnologie per il miglioramento ambientale, in materia di efficienza energetica ed energie rinnovabili, carichi e impatti ambientali ed energetici.

Sul sito IPSOA troverete l'articolo completo, con tutte le indicazioni operative.



0 commenti: