lunedì, maggio 03, 2010

Tariffa di igiene ambientale (TIA): determinazione

Come si deve determinare la tariffa di igiene ambientale (TIA)?

Policy ambientale
Un’associazione temporanea di imprese gestisce, in Puglia, gestisce i servizi di spazzamento delle reti stradali urbane e delle aree pubbliche di nove Comuni, di raccolta indifferenziata e differenziata, di trasporto agli impianti di smaltimento e/o trattamento dei rifiuti urbani e speciali assimilati, di gestione di un impianto per lo stoccaggio e lavorazione dei materiali rivenienti dalla raccolta differenziata.

L’ATI è contrattualmente obbligata ad applicare e riscuotere la tariffa di igiene ambientale (T.I.A.): nel contratto è previsto un sistema volto all’ampliamento e/o riduzione dei servizi, e all’aggiornamento del canone.

Un sistema complesso, che potete approfondire leggendo il testo integrale del documento che Natura Giuridica mette a disposizione dei suoi lettori, gratuitamente scaricabile dal sito di NG previa semplice registrazione – sentenza TAR Puglia, n. 3346/09)

In estrema sintesi, in questa sede è sufficiente sottolineare che il Comune è tenuto ad applicare e riscuotere la tariffa di igiene ambientale per il tramite del soggetto gestore del servizio.

Se le deliberazioni di determinazione della tariffa di igiene ambientale si limitano a contenere l’importo nel valore del prezzo di aggiudicazione della gara, si pongono in contrasto con l’esigenza della corretta determinazione, poiché il diverso regime normativo di cui al D.P.R. n. 158/99 impone alle amministrazioni locali una totale copertura dei costi, tramite i ricavi da tariffa (full cost recovery) e su una forma di moderazione della dinamica di tipo price cap (prezzo massimo).

Nella fattispecie, il Collegio ha rilevato che le deliberazioni comunali, oggetto dell’impugnativa, avevano escluso ogni valutazione in ordine al Piano finanziario presentato dalla società ricorrente, e si erano limitate a contenere l’importo della tariffa nel valore del prezzo di aggiudicazione della gara…

Sulla tariffa di igiene ambientale (TIA) leggete anche:

***

Natura Giuridica di Andrea Quaranta: Studio di Consulenza legale Ambientale.

Contatta Andrea Quaranta tramite mail o telefono per richiedere il tuo parere di diritto ambientale.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o inserisci la tua mail nel box  che trovi qui sotto, e conferma l’avvenuta iscrizione, rispondendo alla mail che riceverai sulla tua casella di posta: riceverai gratuitamente tutti gli aggiornamenti di Natura Giuridica direttamente nella tua casella di posta elettronica



Aggiornamento costante sul diritto ambientale

Inserisci la tua e-mail:


Delivered by FeedBurner
Foto: "environment policy" originally uploaded by mypixbox

0 commenti: