mercoledì, aprile 28, 2010

Poteri di ordinanza del Sindaco in materia di gestione dei rifiuti

Sarà che si parla con maggiore insistenza di federalismo, sarà che tocca spesso al Sindaco cercare di togliere le castagne dal fuoco in materia ambientale, in riferimento a situazioni definite contingibili ed urgenti, anche se non sempre lo sono.

Tant’è, uno degli argomenti più gettonati, in materia di gestione dei rifiuti, è quello relativo ai confini del potere di ordinanza del Sindaco.

Natura Giuridica ne ha parlato spesso, nelle pagine del blog.
Per un ripasso andatevi a leggere questi post:


Oggi NG ritorna su un caso di un’ordinanza di un Sindaco, con la quale si imponeva la rimozione, lo smaltimento ed il recupero di rifiuti speciali provenienti da demolizioni edili, previa presentazione di dettagliato programma di smaltimento del materiale stesso presunto abbandonato.
Oggetto della sentenza che vi propongo oggi (TAR Veneto, n. 2454/09, liberamente scaricabile dal sito di Natura Giuridica, previa semplice registrazione) è il seguente: quali sono le differenze fra il potere di ordinanza indicato all’art. 192 del testo Unico Ambientale in materia di rifiuti e quello di cui al Testo Unico degli Enti locali (art. 54)?

Semplice: la prima ha carattere sanzionatorio, perché per la sua applicazione a carico dei soggetti obbligati in solido, è necessaria l'imputazione agli stessi a titolo di dolo o colpa del comportamento tenuto in violazione dei divieti di legge.
La sua adozione è di competenza del Sindaco, sulla scorta, oltre che del dato testuale della norma, del tradizionale canone ermeneutico lex posterior specialis derogat anteriori generali.
Nel caso, di specie, la cui trama potete leggere scaricando dal sito di NG il testo integrale della sentenza (TAR Veneto, 2454/09), il Collegio ha respinto il ricorso nella parte in cui la ricorrente sosteneva l’incompetenza del Sindaco all’adozione dell’ordinanza in questione, e in quella in cui riteneva che, in ogni caso, sarebbero mancati i presupposti per l’adozione dell’ordinanza ai sensi dell’art. 54 del D.Lgs. n. 267/00.

Avete trovato questa affermazione del TAR criptica?
Avete bisogno di una consulenza legale ambientale per capire quali sono i poteri concretamente esercitabili dal Sindaco in materia di gestione dei rifiuti?

Contattate la Studio di consulenza legale ambientale Natura Giuridica di Andrea Quaranta, giurista ambientale.

***
Natura Giuridica di Andrea Quaranta: Studio di Consulenza legale Ambientale.

Contatta Andrea Quaranta tramite mail o telefono per richiedere il tuo parere di diritto ambientale.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o inserisci la tua mail nel box  che trovi qui sotto, e conferma l’avvenuta iscrizione, rispondendo alla mail che riceverai sulla tua casella di posta: riceverai gratuitamente tutti gli aggiornamenti di Natura Giuridica direttamente nella tua casella di posta elettronica



Aggiornamento costante sul diritto ambientale

Inserisci la tua e-mail:


Delivered by FeedBurner
Foto: “Fascia tricolore” originally uploaded by alecani

0 commenti: