venerdì, maggio 02, 2008

Rassegna Stampa: “La Stampa” di mercoledì 23 aprile 2008. Speciale energia e ambiente

Su “La Stampa” di mercoledì 23 aprile 2008 è stato pubblicato un interessante inserto, uno speciale "Energia e Ambiente".

I temi trattati sono di grande attualità, e riguardano:

1. l’esigenza di assicurare forniture eco-compatibili con l’ambiente ad un costo contenuto, di fronte all’“equazione energetica complessa” (come assicurare forniture energetiche sufficienti, compatibili con l'ambiente, a un costo contenuto?), per la cui soluzione occorre un approccio integrato che va dalla diversificazione delle fonti allo sviluppo di nuove tecnologie per l'utilizzo di fonti fossili tradizionali, da politiche di efficienza energetica a un impegno eccezionale per lo sviluppo delle energie rinnovabili, a investimenti considerevoli nella ricerca e nell'innovazione come la cattura e sequestro dell'anidride carbonica e l'esplorazione della nuova frontiera dell'idrogeno.

2. la necessità di limitare le emissioni di CO2 nell’atmosfera e l’attuazione del sistema di scambio di diritti EUA (European Unit Allowances) creato nell'Unione Europea per consentire lo scambio di quote, basato su una metodologia Cap-and-Trade ed è denominato EU-ETS (European Union Greenhouse Gas Emission Trading Scheme).

3. gli incentivi varati dalla Regione Piemonte per produrre energie rinnovabili:
- incentivi alle imprese per razionalizzare i consumi energetici passando a fonti rinnovabili;
- stimoli per le aziende volti ad avvicinarle al settore della produzione energetica alternativa, anche con prodotti innovativi frutto della ricerca
- incentivi al settore pubblico che sarà stimolato a rendere «energeticamente autonomi» i propri edifici.

4. l’industria del gas nello scenario europeo

5. le tecnologie per risparmiare silicio, la materia prima con cui vengono realizzate le celle che compongono i pannelli fotovoltaici

6. la Leasenergy, un prodotto bancario che intende aiutare le aziende e i professionisti a realizzare impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

7. i giusti equilibri da ricercare nell’utilizzo delle fonti rinnovabili, nell’ottica di un approvvigionamento integrato

8. i dati relativi al risparmio delle emissioni di CO2 con impianti fotovoltaici (Impianto realizzato da Enerray a Celano, in Abruzzo).

9. il risparmio di carta grazie ai biglietti eletronici

10. i dieci anni dei “paladini del vento

11. gli incentivi per il termodinamico solare, produzione già ampiamente sperimentata utilizzando diverse tecnologie di raccolta e concentrazione della radiazione solare.
“Diversamente dalla più nota tecnologia fotovoltaica, che converte la radiazione solare direttamente in energia elettrica mediante l'uso di celle di materiali semiconduttori opportunamente trattati – si legge – il solare termodinamico si basa su tecnologie che trasformano la radiazione solare in energia termica a temperature sufficientemente elevate da produrre vapore surriscaldato, proprio come fanno le caldaie nelle tradizionali centrali termoelettriche".

12. la necessaria collaborazione globale fra industria e governi nella “gestione” del carbone

13. la sperimentazione, tutta italiana, di una centrale ad idrogeno, lanciata da Enel, nell'ambito del suo progetto Ambiente e Innovazione da 7,4 miliardi di euro di investimenti entro il 2012.
"Il programma si muove su più fronti: si punta da una parte ad acquisire know-how sulla produzione e l'impiego di idrogeno in impianti di generazione di potenza, dall'altra a sperimentare soluzioni per la generazione distribuita ad alta efficienza".

14. l’elettrocompostaggio delle deiezioni zootecniche e dei fanghi di supero in tempi e con costi economicamente contenuti e nel pieno rispetto dell'ambiente (tecnologia che sostituisce la fermentazione batterica con un trattamento capace di trasformare la carica organica della deiezione in humus artificiale in tempi molto brevi) e la gassificazione (che, tramite la trasformazione della biomassa solida in combustibile gassoso – il syngas, utilizzabile in motori ciclo Otto per la cogenerazione – consente la produzione di energia elettrica e termica in modo redditizio e sostenibile).

15. il c.d. “Energy manager

0 commenti: