lunedì, aprile 28, 2008

Water Footprint: l'impronta dell'acqua

In un post di qualche giorno fa parlavo dei “costi nascosti” dietro la produzione di un chilo di plastica…

Ora vorrei accennare al peso dell’impronta d’acqua, c.d. Water Footprint.

Il crescente allarme per la scarsità del bene più prezioso al mondo impone di considerare, come mai s’è fatto finora, quanta acqua si consuma nelle diverse attività umane.
Non solo per sopravvivere, ma anche per produrre: cibo, acqua, vestiti, carta, etc…

Il Water Footprint indica proprio la quantità d'acqua che è stata utilizzata per la fabbricazione dei prodotti acquistati: per la maggior parte, infatti, noi l’acqua la mangiamo.
Ad esempio, quanta acqua serve per produrre una mela, un bicchiere di vino o un chilo di orzo?
La sorprendente risposta emerge da una ricerca condotta nei Paesi Bassi:
  • una mela di 100 gr di peso ha un impiego d’acqua di 70 litri;
  • per due tazzine di caffè occorrono 140 litri d'acqua;
  • un bicchiere di vino "consuma" 120 litri di H2O, un litro di latte 1.760;
  • per produrre 1kg di carne di manzo occorrono 16.000 litri d’acqua.
Lo studio "Water footprint of nation: Water use by people as a function of their consumption pattern", dà la possibilità ai consumatori di scoprire cosa è nascosto dietro alle normali abitudini di consumo.

«La nostra ricerca dimostra che la maggior parte delle persone non sono consapevoli di quanto l'acqua che utilizzano» commenta un portavoce del Consiglio per l’acqua britannico all’Independent.

Su Water Footprint ci sono tre calcolatori:
  1. il primo riguarda il consumo medio annuo pro capite per Paese;
  2. il secondo ed il terzo (calcolatori individuali) riguardano, rispettivamente,
  • il luogo in cui si vive, quanto si guadagna, etc...(indicatore di massima) e
  • le abitudini alimentari, quelle relative al modo con cui si fanno le pulizie, etc...
L’Italia è la quarto posto per consumo pro capite di acqua, subito dietro gli Stati Uniti, la Grecia e la Malaysia (2.332 metri cubi all'anno, contro i 25000 di un americano. La media mondiale è di 1.234 metri cubi d'acqua a testa)
Per maggiori approfondimenti (ne seguiranno altri, in futuro, sul blog) cliccate qui.

0 commenti: